Il teatro nei luoghi reclusi

Caricamento Eventi

Il teatro nei luoghi reclusi

0 Commento
32 Visualizza

Il teatro nei luoghi reclusi

con Donatella Massimilla, Claudio La Camera e Julia Varley

Lavorando sul potere delle storie si diventa protagonisti della propria vita, la si riafferma, la si trasforma per una nuova messa in scena. Un processo di consapevolezza e di riscoperta delle proprie risorse personali. L’arte e la bellezza si riscoprono dentro di sé e le persone recluse si raccontano e si ritrovano, riaffrontano il proprio percorso e possono interrogarsi: siamo contenti della nostra vita? Stiamo vivendo ciò che avevamo immaginato? Dopo trent’anni di lavoro teatrale nelle carceri, sono le Voci di Dentro a continuare ad essere nostre compagne di viaggio.

Donatella Massimilla

Inizia la carriera artistica con Franco Molè (Teatro Ringhiera di Roma), il Living Theater e Jerzy Grotowski. A Milano, si afferma come drammaturga e regista con spettacoli al femminile. Nel 1989 inizia la sua attività pedagogica e teatrale nel carcere di San Vittore. Con Olga Vinyals Martori e Gilberta Crispino, fonda la compagnia teatrale Ticvin, La Nave dei Folli e il CETEC. Dirige percorsi di formazione teatrale e scambi artistici internazionali. I suoi spettacoli vengono presentati non solo in carcere ma anche al Piccolo Teatro di Milano. Riceve diversi premi, tra cui la Medaglia d’Oro della Presidenza della Repubblica, il Premio Franco Enriquez per il teatro, l’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano, il Premio “Milano Donna” per “Le Voci di Dentro”, progetto dedicato alle attrici invisibili del carcere di San Vittore durante la pandemia da Covid 19.

Dettagli

Data:
Giugno 28
Ora:
08:00 - 18:00
Categoria Evento:

Luogo

Web Conference

Organizzatore

Fondazione
Email:
fondazionebarbavarley@gmail.com